Con il patrocinio della Regione Toscana

Informazioni su diabete e... Invalidità

Leggi e punti di riflessione

Il diabete mellito è tra le patologie considerate a rischio di invalidita. In tal senso è possibile accedere a tutte le agevolazioni, rapportate al grado di invalidità, previste dalle leggi attuali.
Ma prima di procedere é utile fare un esame critico e reale dei Benefici e/o Problemi che la scelta può comportare.
Da anni le Associazioni pensano ad una LEGGE quadro per tutte le malattie croniche,convinte che, i problemi che spesso una scelta errata può comportare, superano di gran lunga i benefici che vorremmo ottenere.
Per questo una attenta lettura dei documenti allegati é importante prima di avventurarsi nella richiesta che vorremo fare, o che ci é stata consigliata.
La Federazione Toscana con Diabete Italia, tramite Diabete Forum, sta proponendo le basi per una Legge specifica, tra l'altro condivisa con varie associazioni nazionali di altre malattie croniche, convinta che lavorando UNITI potremmo raggiungere l'obiettivo.
Quanto sarebbe migliore se invece di un tot da spendere, magari per recuperare ore di lavoro perse, venissero garantiti 3, 4 giorni l'anno per accedere agli esami periodici, indispensabili, per una corretta assistenza o per accompagnare i propri figli agli esami periodici, cosi come se nella stessa fossero inserite le "Regole" per il Lavoro come dice la 115/1987 che recita: "La malattia diabetica priva di complicanze invalidanti non costituisce motivo ostativo al rilascio del certificato di idoneità fisica per la iscrizione nelle scuole di ogni ordine e grado, per lo svolgimento di attività sportive a carattere non agonistico (meglio sarebbe se riuscissimo ad inserirci, come scritto in un protocollo della Regione Toscana, anche a carattere agonistico) e per l'accesso ai posti di lavoro pubblico e privato, salvo i casi per i quali si richiedano specifici particolari requisiti attitudinali."
Perché, a titolo di esempio, non possiamo ottenere che il Medico Competente, che poco o nulla conosce del diabete, non debba usufruire di un Certificato diabetologico, simile a quello della patente con indicazione del Rischio Reale, per prendere decisioni appropriate.
Perché non possiamo riuscire a modificare vecchi regolamenti delle Forze Armate, Navali, ecc, che vietano alla persona con diabete anche se in buon autocontrollo di poter accedere alla carriera senza problemi. Probabilmente sono più vecchi della 115/87 quando il diabete era sconosciuto e spesso si moriva in tempi brevi, ma oggi che la persona con diabete, se ben curata ed in buon autocontrollo é considerata una Persona "Normale" perché sottoporla a DISCRIMINAZIONI che nulla hanno a che fare con la vita reale? 

FTD Federazione Regionale Associazioni Toscane Diabetici - C.F. 92004730534 - IBAN IT41F0503421565000000001498 - Tel. Fax e Segr_Tel. 0574-633541
Sede Legale: Via Portella della Ginestra, 7 - 59100 Prato - Sede Operativa: c/o ADAP Via Luigi Borgioli, 48 - 59100 Prato – Cell. Pres. 393 6928420 - Cookie e Privacy
Realizzazione siti web firenze